Sostenibilità

RISPARMIO E SOSTENIBILITA’

Il Decreto Rilancio, varato dal Governo il 19 maggio 2020, negli artt. 119 e 121 introduce un’incredibile opportunità per tutti coloro che intendono migliorare le prestazioni energetiche della propria casa, a costo zero.Ma non sempre è così semplice interpretare una legge e com-prendere fino a che punto possa soddisfare le nostre esigenze.Nicola Doro, Direttore Commerciale e Socio della “Martini Living Solutions” di Padova, che ha fatto della sostenibilità e del comfort abitativo la mission della propria Azienda, ci ha dato una mano a capire i punti salienti del Decreto. In questo modo ognuno potrà valutare se la propria abitazione rientra nell’incentivo e se la strada è facilmente percorribile.

Cos’è il Super bonus Edilizia 110%?

Si tratta, fondamentalmente, di un potenziamento del vecchio Eco-bonus, con una detrazione del 110%, che potrà essere recuperata in 5 anni sotto forma di sgravio fiscale. Ci sarà la possibilità, in alternativa, di cedere il credito ad una banca o ad una finanziaria in cambio di denaro, oppure di trasformarlo in uno sconto del 100% in fattura, come spiegherò più avanti.Una manovra così importante mira al raggiungimento di tre macro obiettivi.- Riqualificare energeticamente le abitazioni, procurando benessere e risparmio in bolletta a chi vi risiede.- Salvaguardare l’ambiente, sia diminuendo le emissioni di CO2 assicurativa a copertura del rischio di eventi calamitosi.In linea generale, l’aliquota del 110% si applica anche a tutti gli altri interventi di efficientamento energetico (impianti fotovoltaici,colonnine di ricarica, riscaldamento a pavimento, serramenti e infissi,facciate, schermature solari, ecc…) , a condizione che siano eseguiti congiuntamente ad almeno uno degli interventi sopra citati.

Quando entrerà in vigore il Super bonus?

Per accedere alla detrazione maggiorata, l’intervento dovrà essere eseguito nel periodo che va dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021.Tuttavia si attendono i decreti attuativi che forniscano indicazioni precise sulle modalità operative, che dovranno uscire a breve. Valutando i tempi tecnici necessari affinché questo poderoso ingranaggio possa finalmente funzionare, con ogni probabilità dovremo attendere settembre.

Quali sono i requisiti da rispettare per poter beneficiare del Super bonus?

Gli interventi devono rispettare i requisiti minimi previsti dai decreti precedenti, ovvero le norme riguardanti eco bonus e sisma bonus. lavori devono assicurare, inoltre, il miglioramento di almeno due classi energetiche dell’edificio o, qualora non fosse possibile, il conseguimento della classe energetica più alta. Nel Decreto si parla di detrazione al 110%, ma cos’è la detrazione d’imposta?La detrazione è un importo che possiamo detrarre dal debito che fondamentalmente tutti abbiamo nei confronti dello Stato: le tasse da pagare. Nell’ambito degli interventi edilizi e di efficIentamento energetico, la detrazione rappresenta il diritto di ottenere un credito di imposta nei confronti dell’erario. Questo potrà essere utilizzato negli anni successivi all’intervento nell’abitazione, per com-pensare le tasse da pagare in fase di dichiarazione dei redditi.

La detrazione può essere goduta da tutti?

Il diritto a detrarre (ovvero il credito di imposta) si configura al momento della firma del preventivo per i lavori da eseguire, quindi ne hanno diritto tutti i proprietari di immobili (o comunque persone legate agli stessi). Tuttavia, non tutte le persone potranno beneficiarne. Se ad esempio non ho un reddito sufficientemente elevato, non pagherò abbastanza tasse per giustificare la compensazione del credito di imposta. In altri casi, invece, il reddito è sufficientemente alto, ma la persona ha già eseguito dei lavori di riqualificazione energetica ed ha portato in detrazione una sommatale da “riempire il cassetto fiscale”.

In questi casi si deve rinunciare a svolgere i lavori?

Assolutamente no! Per non perdere questa fascia di contribuenti,infatti, con la finanziaria 2017 l’Agenzia delle Entrate ha introdottola cessione del credito d’imposta per i lavori di riqualificazione energetica. Grazie al nuovo provvedimento, anche chi non poteva godere di tale beneficio, avrebbe potuto cedere questo diritto ad un altro soggetto, purché fosse collegato ai lavori di riqualificazione energetica.

E quali sono, dunque, le novità del Decreto Rilancio dal punto di vista fiscale?

Le importanti novità sono:- l’aumento della detrazione fiscale al 110%, che permette di rientrare di tutte le spese derivanti dall’intervento (e anche di guadagnarci, grazie al 10% in più!); – lo sgravio fiscale in cinque anni, anziché in dieci come nei prece-denti bonus;- l’inserimento delle banche e di altri intermediari finanziari, nella lista dei soggetti a cui poter cedere il credito;- lo sconto in fattura da parte dell’impresa, pari al 100% dell’importo dei lavori. Con questo Decreto, qualunque sia la decisione del cliente sull’utilizzo della detrazione, nella peggiore delle ipotesi rientrerà con il 100% dell’importo dei lavori, che saranno quindi GRATUITI! In definitiva, quali sono le possibilità per il cliente?Pagare l’importo totale dei lavori all’impresa esecutrice e ricevere il rimborso del credito di imposta maturato (110%) in 5 anni, da parte dello Stato. Cedere il credito di imposta alla banca, ricevere una somma di denaro pari al 100% dell’importo lavori e pagare direttamente l’impresa. Cedere il credito di imposta all’impresa e ricevere uno sconto del 100% direttamente in fattura.

Per concludere, qual è il suo punto di vista riguardo questo Decreto?

Ritengo che questo decreto rappresenti un’incredibile opportunità, in quanto ci permette di migliorare le “performance” della nostra casa praticamente a costo zero. Come abbiamo già visto,la riqualificazione energetica degli edifici rappresenta sia un vantaggio in termini di comfort abitativo per le persone che ci vivono,sia un aiuto concreto per l’ambiente, grazie alla riduzione della dispersione di calore e delle emissioni di CO2. Ed è proprio quest’ultimo punto che ci spinge ogni giorno ad informare il maggior numero di persone possibili sui vantaggi che si possono ottenere grazie a interventi simili, poiché salvaguardare l’ambiente dovrebbe essere un dovere morale di tutti noi. Se poi questo dovere porta così tanti vantaggi ed è gratis, tanto meglio!

By Marina Zanon

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.