Livestyle&Gourmet

EL PORTEÑO PROHIBIDO

Milano come Buenos Aires. Apre per la prima volta in Europa una tipica “Casa de Tango” dove la cultura enogastronomica argentina incontra la sensualità del tango, oggi il ballo più intenso ed erotico che si conosca,nei primi decenni del ‘900 invece, in una società conservatrice come quella argentina, espressione di vita ritenuta illegale. In una parola “Prohibido”. Sarà l’esclusiva location “El Porteño Prohibido” di via Macedonio Melloni 9 a Milano che, a partire dal 27 Settembre 2019, alle prime luci della notte di ogni venerdì e sabato farà conoscere una delle tradizioni più diffuse di Buenos Aires. Un’occasione unica per far conoscere al pubblico l’autentica e suggestiva atmosfera porteña nell’evoluzione sociale, artistica e letteraria della società argentina partendo proprio dal tango, dal 2009 dichiarato dall’UNESCO Patrimonio Intangibile dell’Umanità.

A seguire la direzione artistica del nuovo progetto, che vedrà alternarsi uno spettacolo nuovo ogni tre mesi, è stato chiamato il coreografo e ballerino Miguel Angel Zotto, tra i più autorevoli rappresentanti e promotori del tango argentino al mondo, che per l’inaugurazione ha creato un’opera teatral musicale completamente inedita dal titolo PROHIBIDO.

Spettacolo innovativo e intenso, curato sin nei minimi dettagli nelle coreografie, nei costumi e nelle scelte musicali, Prohibido vedrà avvicendarsi sul palcoscenico de “El Porteño Prohibido”, la nuova creazione della Dorrego Company, ballerini provenienti da tutto il mondo che si esibiranno rigorosamente con musica dal vivo, raccontando il lato segreto e confidenziale del tango.

Prohibido è un insieme di riferimenti a un’Argentina che non c’è più ma che ha segnato la storia del suo popolo: dalla leggendaria Maria La Vasca, che dirigeva una delle più famose “Case de tango” di Buenos Aires, veri e propri postriboli dove si intrecciavano amori proibiti e si poteva ballare liberamente il tango, a coreografie inedite ispirate all’opera teatrale di José González Castillo “Los Inverti-dos”. Questa debuttò a Buenos Aires nel 1914 venendo subito censurata perché attaccava lo stile di vita perverso e dissoluto dell’aristocrazia e della borghesia; da Carlos Gardel, il più grande mito argentino del tango, cantautore e compositore con una voce inconfondibile capace di interpretare quasi 900 tanghi, all’influenza che la rivista “Rico Tipo” del fumettista e caricaturista José Antonio Guillermo Divito ebbe sulla società argentina tra la metà degli anni Quaranta e gli anni Settanta, in particolare sulla moda porteña femminile e maschile “vestendo BuenosAires come una milonga”.

El Porteño Prohibido – Via Macedonio Melloni 9, Milano

WEB SITE: www.elporteno.it/eventi/

FB: www.facebook.com/El-Porteno-Prohibido

INSTAGRAM www.instagram.com/el_porteno_prohibido/

by Stefano De Angelis

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.