News

Goldrake, dopo 45 anni

Prodotto dalla Toei animation, Goldrake nasce dall’immaginazione di Go Nagai ai tempi chiamato Grendizer. Dal  ’78 per tutti i bambini italiani l’appuntamento era in onda su rai2 con il robot eroe che combatteva per difendere il Pianeta Terra che lo aveva accolto. E’ il racconto di un’amicizia fra Actarus e Alcor, di un amore delicato fra lui e Venusia e di un gran lavoro di quadra. Goldrake si contraddistingue ancora grazie allo straordinario doppiaggio dei personaggi, come Romano Malaspina che prestò la sua voce nelle vesti di Actarus.

Ma qual è la chiave di lettura di questo fumetto che all’apparenza sembra adatto ad un pubblico poco più che infantile?

Goldrake rappresenta l’eterna lotta fra il bene e il male. L’attenzione è focalizzata sulla cattiveria degli extraterrestri provenienti da Vega ma la sfumatura risiede nelle ragioni per cui questi esseri sarebbero così ‘’irosi’’. Go Nagai, l’inventore del personaggio Goldrake, vuole trasmettere il concetto delll’inutilità della  guerra ideologica tra il bene ed il male. In questo senso il suo intento è sottolineare come guardare le situazioni in maniera superficiale ed affrettata sia causa di giudizi poco obiettivi. Insegnamento che non vale solo per il cartone animato ma anche per la vita di tutti i giorni.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.