News

Il passato è una lezione per il futuro

27 Gennaio 2021 un altro anno dalla SHOAH, un altro anno dal 1945, quando vennero liberati i sopravvissuti nel lager di Aushwitz.

Oggi è la giornata rivolta alla memoria, ma potrebbe essere una data di riflessione, raccoglimento e istruzione. La vita è spesso oggetto di scontento, l’attenzione risiede in ciò che si avrebbe voluto e quasi mai in quello che si ha, ma forse, la dignità di essere chiamati essere umani, è il dono più grande che si possieda.

Un piatto caldo, una casa accogliente, un abbraccio dalla propria madre:

per quante persone sono cose scontate?

E  se in un giorno qualunque, come frutto di un strano incantesimo, di colpo, divenissero solo miraggi e al loro posto ci fossero catene, privazioni, sopprusi, violenze psicologiche?

Penseremmo ad un tragico epilogo di una pellicola cinematografica.

Prima che le  leggi razziali prendessero il sopravvento sui ‘’diritti umani’’  tutti vivevano tranquillamente e mai avrebbero immaginato che un giorno sarebbero arrivati in dei campi di morte, caricati su carri bestiame.

Ricordare, celebrare, pensare non bastano.

I cambiamenti nella storia sono stati molti ma con il passare del tempo il sentirsi superiori nei confronti dell’altro è rimasto un cancro nella società, difficile da debellare.

Ognuno di noi è fondamentale che guardi alla propria vita, nel rispetto dei propri simili, anche se a volte non li si comprende o  accetta.  Perché è questo il punto, quando si giudica,  si punta il dito, si scredita e si offende è come se si stesse in qualche modo approvando ciò che è stato fatto in quei campi di prigionia.

 Imparare dagli errori commessi è dare giustizia a ciò che è successo e come ci insegna una famosa regola della grammatica italiana il ”passato” si può definire tale solo se l’azione risulta conclusa.

Cosa significa quindi non dimenticare?

Conoscere, divulgare, applicare al presente.

By • Erika Mescalchin •

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.