Sport

Sicilia un viaggio che vale 54 buche

Forse il covid o forse l’amore per questa isola che mi ha spinto a dedicarle un articolo.

Inizio subito con una buona notizia, Il golf ”DonnaFugata” dopo il suo incredibile fallimento può finalmente ripartire.

Secondo il quotidiano “La Sicilia” il Golf resort ha un proprietario nuovo che ha rilevato la struttura per 19.427.732 euro. Massimo riserbo sulla sua identità.

La mancanza dell’ufficialità, secondo la ricostruzione del quotidiano, è legata alla cautela che una situazione come quella del Donnafugata Resort prevede. A parlare al quotidiano è Carlo De Romedis di “Coldwell Banker Commercial”, l’advisor esclusivo alla vendita: “Se l’asta è andata deserta significa che chi ha fatto la precedente offerta in modalità telematica asincrona è titolato a diventare il proprietario”.

Il complesso turistico-golfistico è chiuso dalla fine del novembre 2018.

Visti i tempi stretti e la pandemia in corso, difficile pensare a una sua riapertura in tempi brevissimi. Su “La Sicilia” vengono snocciolati i numeri relativi all’immobile. Si tratta di una reception da 2.123 metri quadrati, clubhouse da 1.843 metri quadrati, sala riunioni, spa e camere (11.170 mq). Venduti anche i beni mobili (cucine, arredi…) presenti nella struttura.

Top secret su chi possa essere l’acquirente del resort: quattro i nomi fatti sul quotidiano. In particolare, il commercialista Giovanni Biundo parla di “amministratori delegati e presidenti di società Bedi fondi immobiliari che investono in strutture turistiche. Tre italiani e un cinese”.

Sinceramente non vedo l’ora di poter rivedere aperta questa meravigliosa struttura con 2 campi di una bellezza unica, nel frattempo la Sicilia golfistica è conosciuta per il Verdura Golf di proprietà di Sir Rocco Forte .

Disegnato dal famoso architetto californiano Kyle Phillips, i due campi, East e il West offrono ai giocatori due esperienze di golf differenti.

L’East che parte dalla destra del campo pratica, è caratterizzato da cambi di direzione frequenti e da una parte centrale nel caratteristico paesaggio siciliano mentre il West, che parte dalla parte sinistra, diventa un percorso più lineare interrotto solo nelle 4 buche finali nelle quali il campo si interseca tra la parte centrale del Resort e il mare. La decisione di Phillips è stata quella di far si che entrambi i campi godessero della vista sul mare.

Le due buche sul mare rimarranno per sempre impresse nella vostra memoria. Riteniamo che con il passare degli anni, il Verdura diventerà sicuramente la più esclusiva destinazione golfistica d’Europa.

Imperdibile quindi un viaggio in Sicilia, terra magica dove storia, arte, tradizioni, profumi e sapori si intrecciano sapientemente per regalare un indimenticabile soggiorno a chi la visita, il barocco di Catania, Noto e Ragusa le splendide ville di Palermo e Mondello.

Partirei dai Monsateri Golf & Spa Resort, ex monastero bene dettino alle porte di Siracusa un delizioso 18 buche incastonato tra ulivi e agrumeti e rilassarsi nella SPA di un bellissimo e esclusivo resort.

Poi proseguirei per un luogo incantato alle pendici del più grande vulcano d’Europa, incastonato tra il Parco dell’Etna, il Parco dei Nebrodi e il Parco fluviale dell’Alcantara, troverete Il Picciolo Etna Golf Resort & SPA, primo Campo Golf 18 Buche di tutta la Sicilia.

Esteso lungo le pendici dell’Etna, in un contesto paesaggistico senza eguali, il campo golf de Il Picciolo Golf Club è il primo 18 buche PAR 72 costruito in Sicilia.

Realizzato nel 1989 dal famoso architetto Luigi Rota Caremoli, questo spettacolare campo con buche scavate nella caratteristica pietra lavica dell’Etna, si sviluppa su un percorso di 5.870 metri e offre driving range, putting e pitching green. Sicuramente sentirete l’esigenza di attraversare l’isola per scoprire la bellezza della città di Palermo e qui nel cuore della città immerso in un parco del settecento tra fontane, monumenti e alberi di interesse storico incontrerete il Golf Club Palermo “Parco Airoldi” che Il Golf Club Palermo Parco Airoldi dispone di un percorso a 9 buche realizzando cosУ, nel cuore della città di Palermo, un campo PAR 32 di grande fascino e di facile fruizione, valido per lo svolgimento di gare ufficiali, importanti e gestione HCP.

Insomma, viaggiate in Italia e scoprite i nostri meravigliosi percorsi.

By Matteo Ala

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.