Livestyle&Gourmet

STROBLHOF

IL PARADISO DELLE ACQUE

A mezz’ora di auto da Merano (Bz) e dal Passo Giovo, l’abitato di San Leonardo in Passiria si erge a settecento metri di altitudine alla confluenza tra il fiume Passirio e il fiume Veltina. Il clima favorevole e la natura lussureggiante di uno spicchio dell’Alto Adige non ancora cosi battuto dal turismo di massa, offrono opportunità inattese per una vacanza green e wellness. Tra le attività alberghiere più antiche l’Hotel Stroblhof, con i suoi 360 anni di vita festeggiati nel 2018, a testimonianza di ciò, un’insegna in ferro posta sul lato destro dell’albergo, che attesta la presenza dell’antica Osteria dell’Unicorno già nel 1658. Vari cambi di gestione si sono succeduti, durante i quali per un periodo l’attività è mutata anche in fabbrica di armi, fino all’acquisto da parte della famiglia Pilcher negli anni ’50, tanti sacrifici per avviare l’attività poi nei primi anni ’60 una battuta d’arresto, l’hotel viene espropriato per la sua posizione strategica, divenendo base d’appoggio per le forze dell’ordine che in quegli anni caldi presidiavano il territorio per contrastare gli attentati ai tralicci. Fino alla definitiva riacquisizione dei Pircher che dopo anni difficili condurrà a nuovi lavori d’ampliamento e a successive modifiche strutturali, tali da rendere l’albergo sempre più ampio e confortevole. Ora lo Stroblhof, è una struttura wellness di notevole impatto emozionale, quasi invisibile a dispetto delle sue ampie dimensioni, inserito perfettamente nell’architettura del centro storico del piccolo paese. Una moderna spa destination di 45.000 mt. pensata per coppie, single e famiglie, dotata di diversi ambiti dedicati espressamente ad adulti o bambini. 5 piscine riscaldate, Family Pool interna ed esterna con scivolo, vasca baby, idromassaggio, indoor e outdoor, Silent Pool interna ed esterna, zona silenzio, a cui si sono aggiunte nel 2017 le nuove piscine e la Sky pool riscaldata posizionata sul tetto dell’edificio, con vista panoramica sulla valle. Tra le novità la nuova area saune Passeirer Sauna-Dorfl”con sauna finlandese panoramica, biosauna alle erbe, bagno turco salino, bagno turco aromatico, vasca d’acqua gelata con percorso dei sensi all’esterno, e Spa Lounge con bar. Nel 2018 П stata inoltre terminata la nuovissima Casa dei Bambini, dislocata su tre piani, con divertenti svaghi per i piccoli ospiti dai 4 ai 12 anni, il ping pong, il campo di calcetto e basket interno ed esterno, il miniclub, che prevede anche pranzo e cena per i bimbi e possibili attività ricreative nel dopo cena. Ma anche sala teenager con playstation, giochi, cinema 3 D, parco giochi presso l’hotel e attività sportive con istruttori.

Oggi l’elegante hotel di proprietà della famiglia Pircher da tre generazioni, è guidato con la medesima passione del fondatore da Sara Keller insieme al marito Hansi Pircher, i figli Julia, Hannes, Marcel e Vivian, ed è aperto 10 mesi all’anno, con un’unica stagione che si protrae da marzo a gennaio. “D’inverno è forte l’attrattiva dello sci – conferma Sara Keller – con mete consolidate di grande effetto, come la visita al caratteristico paesino di Plan, chiuso al traffico, dove godersi le cinque piste da sci o esplorare i dintorni con le ciaspole, con la slitta a cavallo oppure con il pittoresco trenino elettrico. A pochi minuti di auto si può respirare l’atmosfera bellica visitando il Bunker Mooseum, una struttura top secret che fu fatta costruire nella roccia da Mussolini e rivivere la storia e le emergenze naturalistiche della valle, mentre una fitta rete di sentieri si diramano in tutte le direzioni e conducono ad esempio a Moso, sfiorando la Cascata di Stulles, che è la terza più alta d’Europa. Gli amanti dello sci – conclude Keller – trovano soddisfazione nel comprensorio Giovo-Racine che essendo a nord è aperto fino ad aprile, una mezzoretta in pulmino, per raggiungere 19 moderni impianti con le cabinovie riscaldate e sciare tutto il giorno, facendosi riaccompagnare in hotel alla sera”. La cucina a base di prodotti locali, è uno degli elementi di spicco allo Stroblhof, con lo chef Alex Sallustio, che viene da un solido percorso professionale ed esperienze accanto al tristellato Norbert Niederkofler alla guida di uno staff giovane e coeso. Imperdibile la colazione vital con angolo bio, a base di spremute fresche, estratti vegetali, uova preparate al momento, selezione di formaggi e affettati, croissant fragranti, e ampia scelta di frutta fresca, yogurt di malga, crostate e pasticceria. Al pomeriggio ancora un momento gastronomico, per chi ritorna dalla passeggiata e vuole ristorarsi con insalate di pasta, piatti vegetariani, deliziose merende e stuzzichini, ampia scelta di specialità salate e dolci, tè, infusi e cioccolate calde. E per cena si può scegliere a la carte, o decidere fra due estesi menu, uno più calorico e tradizionale e l’altro più leggero, con porzioni più piccole, che sono intercambiabili fra di loro. Ampio e raffinato il reparto pasticceria grazie alla creatività coniugata alle più classiche preparazioni del pastry chef Antonio Pedicone, a suo agio con le torte della tradizione, la pasticceria internazionale, i più prelibati dolci al cucchiaio e il gelato artigianale. www.stroblhof.com

By Luca Bonacini

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.