Livestyle&Gourmet

Lo stile di Anteprima è Made In Italy

DAL GIAPPONE A MILANO: IZUMI OGINO, DESIGNER DI ORIGINE NIPPONICA, DA OLTRE 30 ANNI HA UN LEGAME SPECIALE CON L’ITALIA CHE SI RITROVA INALTERATO NEL SUO BRAND ANTEPRIMA, REALIZZANDO UN PRET-A-PORTER UNICO NEL SUO GENERE E APPREZZATO IN TUTTO IL MONDO

Una storia d’amore che ha inizio nel 1993 quando Izumi Ogino, dalla formazione creativa poliedrica e cosmopolita, stabilisce a Milano la sede della sua maison e decide di svilupparla nel segno dell’italianità tout court: dall’ufficio stile ai fornitori, dai laboratori alla produzione. Una scelta precisa, di successo nel quale le suggestioni artistiche della designer si trasformano in collezioni uniche nel suo genere la cui anima contiene i valori di sartorialità e artigianalità tipici del Made in Italy. “Quello dell’italianità è un concetto per me fondamentale ed è associato non solo alla qualità progettuale e di lavorazione dei prodotti, ma anche all’accuratezza nella scelta delle materie prime: un mix virtuoso che ho voluto rappresentasse l’essenza autentica della mia firma” afferma la designer che ha fatto dell’eccellenza italiana il suo caratteristico biglietto da visita. Una scelta che si è tradotta, nel 1995, con l’apertura della prima boutique del brand a Milano, nella centralissima Via della Spiga e successivamente nel 2000 in C.so Como, e con il debutto in passerella – nel 1998 – all’interno della fashion week milanese come prima stilista giapponese a sfilare in Italia. In poco tempo lo stile di Anteprima, in cui convivono sinergicamente due culture agli antipodi come quella giapponese e quella italiana, si impone in tutto il mondo.

Nascono così collezioni dall’estetica sensibile e raffinata, dove l’elegante attitudine e il lusso essenziale tipici del Sol Levante si fondono con l’ allure chic e raffinata dei modelli, le cui linee sofisticate nascondono lavorazioni complesse nate da un savoir faire autenticamente italiano. Il Giappone si esprime nell’ heritage antico della manifattura e nell’ expertise storica di design dei capi, qualificati da un’estetica innovativa che pone l’accento sulla qualità di esecuzione, assolutamente Made in Italy, riassunti, emblematicamente, nella borsa -icona del brand, la Wirebag. Un accessorio al quale Izumi d vita proprio nel 1998 unendo la tradizione nipponica del knitwear alla modernità di uno filo in pvc, lavorato a mano come un filato: ideale unione tra passato e futuro, tra oriente e occidente, la Wirebag è una borsa che contiene le infinite sfaccettature dello spirito femminile – mutevole ma forte, capace di adattarsi ma con un’identità precisa- diventando, al contempo, sintesi della filosofia di Anteprima. Nel corso degli anni il percorso stilistico di Izumi Ogino amplifica sempre di più quell’ideale di bellezza e di design libero da tendenze preconfezionate ma che asseconda stimoli differenti che ha il suo cuore nell’Italia che è “un Paese che mi ispira continuamente, con quel suo senso di vitale contrasto che caratterizza l’identità del mio brand”. Così anche il fermento creativo italiano di taglio artistico conquista il brand che partecipa da anni al Salone del Mobile di Milano dando vita a un vero e proprio mecenatismo rivolto ai nuovi talenti, in un ideale dialogo costruttivo con gli artisti alla ricerca di forme di comunicazione nuove e all’avanguardia che possano essere di reciproca ispirazione. Anteprima e la sua designer continuano a rappresentare una contaminazione di saperi e di culture che, ancora una volta, premia l’esclusività e l’eccellenza di un brand che, a tutti gli effetti, può dirsi sinonimo di Made in Italy.

By Luca Bonacini

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.