Livestyle&Gourmet

Festeggiamo i 400 anni di Molière

Aleksey Burago, regista di grande talento, ha creato uno spettacolo leggero, divertente e realistico, che rappresenta il tempo in cui viveva Molière. Costumi luminosi, calze, vestiti, scarpe, luce delle candele che illuminavano l’intero set e la grande scenografia fatta per assomigliare al teatro francese è stato indimenticabile! 

L’opera è ambientata in un teatro, dove Molière si sta preparando per mostrare al re la sua nuova commedia e il pubblico contemporaneamente guarda lo spettacolo e prende parte ad esso.

Il teatro esiste contemporaneamente nella New York del 21° secolo e nella Parigi del 17° secolo. Anche se la presentazione è prevista per quel giorno, gli attori non conoscono i loro ruoli e non vogliono provare. Ma, invece, stanno riproducendo scene delle loro vecchie opere teatrali: Versailles Improvviso, Il Misantropo, Tartufo, L’avaro e Don Juan.

La cosa più eccitante è che tutti gli spettatori erano coinvolti nello spettacolo.
Io stesso mi sono preoccupato che nulla fosse pronto e non sapevo la mia parte! E alcuni degli attori stavano entrando proprio dall’auditorium, parlando con tutti mentre andavano sul palco, il che ha fatto sentire tutti inclusi. 

Il cast di attori estremamente talentuosi e diversificati:
tra cui Albert Baker, Michael Anne Hoffert-Cone, Luisa Menzen, Robyne Parrish, Tom Schubert, Naira Zakaryan e Di Zhu, è stato in grado di interpretare ciascuno dei loro diversi ruoli in modo molto brillante e convincente. Tom Schubert è stato squisito nel ruolo di Molière! Profondamente preoccupato per la sua reputazione, incapace di coordinare gli attori, è stato divertente e piacevole da guardare! La sua capacità di passare rapidamente da un ruolo all’altro senza perdere una riga non può che essere invidiata! 

Di Zhu, che interpretava Mademoiselle Molière, ha mostrato una moglie gelosa a cui non piace non essere ascoltata e apprezzata dal marito. È stata in grado di far riflettere ogni donna sui propri uomini e ogni uomo pensarci due volte prima di trascurare la donna che ama. 

Tutti gli attori avevano una chimica molto palpabile che gli spettatori potevano sentire fin dai primi minuti. Erano giocherelloni, civettuoli e affascinanti. 

Il signor Burago ha detto che questo era il suo obiettivo. Voleva creare qualcosa di divertente e caldo che riflettesse la vita, il lavoro e lo stile di vita di Moliere. 

Il regista ha spiegato che il vero re che Moliere stava cercando di accontentare, era il pubblico perché è solo lui che determina se lo spettacolo è di alta qualità o meno. “È tutto incentrato sulle persone” e la gente sembrava davvero divertirsi! 

by Mary Zakharova • montaggio e photo by Joseph R. Fraia – jrfstudio.com 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.